ACQUA: EMILIA-ROMAGNA, UN PIANO CONTRO GLI SPRECHI
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


ACQUA: EMILIA-ROMAGNA, UN PIANO CONTRO GLI SPRECHI

Bologna, 27 nov. (Adnkronos) - Un Piano per consumare meno acqua, ridurre gli sprechi e combattere l'inquinamento di fiumi e mare. Ma anche con l'obiettivo ambizioso: arrivare al 2016 con una qualita' ambientale buona di tutte le acque superficiali e sotterranee e ridurre a quella data i consumi domestici dagli attuali 160 litri al giorno per abitante a 130.

E' il Piano di tutela delle acque in Emilia-Romagna, di cui la giunta regionale ha approvato nei giorni scorsi il documento preliminare che ora passera' all'esame di Province, Comuni, Comunita' montane e Autorita' di Bacino per poi arrivare all'approvazione del consiglio regionale entro la fine del 2004. Il Piano emiliano-romagnolo, in linea con quanto previsto dalle direttive europee, si propone di tutelare la preziosa risorsa sia sotto il profilo della quantita' che della qualita' e, accanto alle piu' tradizionali politiche infrastrutturali, prevede il ricorso pure a nuove politiche di conservazione e governo della domanda.

Attualmente in Emilia-Romagna il consumo di acqua e' stimato intorno ai 2.125 milioni di metri cubi all'anno, il 66% dei quali in agricoltura, il 23% in campo civile e l'11% nell'industria. Proprio per ridurre il prelievo d'acqua ad uso agricolo, il Piano di tutela delle acque si propone tra l'altro di migliorare le pratiche di irrigazione dei campi raggiungendo un'efficienza dell'85%.

(Mea/Cnz/Adnkronos)