BIOMEDICINA: PROGETTI IN GARA AL PREMIO PER L'INNOVAZIONE
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


BIOMEDICINA: PROGETTI IN GARA AL PREMIO PER L'INNOVAZIONE
QUATTRO SU 15 PREDILIGONO QUESTO SETTORE

Roma, 27 nov. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - L'innovazione predilige la biomedicina. Dei quattordici business plan selezionati per il primo 'Premio nazionale per l'Innovazione', che sara' assegnato il 10 dicembre a Bologna, quattro sono progetti relativi al settore biomedicale. In gara ci sono 'Nemo Lab', un micro-laboratorio endoscopico riprogrammabile che permette l'esplorazione di sezioni dell'apparato digerente inaccessibili agli strumenti tradizionali, messo a punto da tre ingegneri, un economista e un architetto di Torino; 'Neopress', un sistema per la produzione di macchine per il fitness e apparecchi biomedicali per le lungodegenze, la diagnosi e la cura di problemi ortopedici e di deambulazione, brevettato da tre ingegneri di Bologna.

Fra i 'fantastici quattro' c'e' poi 'Optimus', un apparecchio per il trattamento di patologie dell'occhio con il raggio laser, in grado di rendere visibili alterazioni a carico del tessuto retinico per interventi precoci, progettato da tre medici-chirurghi esperti di laser e malattie della retina di Udine. E 'Bone Promoting', un dispositivo medico da utilizzare nel settore dell'implantologia orale che consentira' di accelerare la guarigione dei tessuti lesi nel corso dell'intervento chirurgico e di promuovere il processo d'integrazione tra l'impianto ed il tessuto osseo, realizzato da tre chimici, tre ingegneri chimici, un odontoiatra e un tecnico di Padova.

Il primo Premio nazionale per l'Innovazione e' organizzato da cinque fra i piu' prestigiosi atenei italiani: le Universita' degli studi di Bologna, di Padova e di Udine e i Politecnici di Torino e di Milano. In palio, complessivamente, 75 mila euro (60 mila per il primo classificato, 15 per il secondo) ma anche un intero anno di supporto tecnico-logistico. (segue)

(Sal/Zn/Adnkronos)