DROGA: PALERMO, IN MANETTE FIGLIO BOSS BONTADE
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


DROGA: PALERMO, IN MANETTE FIGLIO BOSS BONTADE

Palermo, 27 nov. (Adnkronos) - La polizia di Palermo, nell'ambito di una inchiesta sul traffico di droga tra la Sicilia e la Turchia, ha arrestato Francesco Paolo Bontade, 29 anni, studente universitario, senza alcun precedente penale. E' accusato di traffico di droga. L'uomo e' il figlio del boss Stefano, ucciso nell'81 nell'ambito della guerra di mafia che porto' all'esclation in Cosa Nostra dei corleonesi. Dieci le ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip Marcello Viola, su richiesta della Procura di Palermo. dal 2001 all'estate scorsa la polizia e' riuscita a mettere le mani su 50 chili di eroina in tutto. E' attualmente, invece, latitante un turco che ha vissuto a Palermo e che avrebbe tenuto i contatti tra l'organizzazione criminale di Palermo e i trafficanti turchi.

(Apa/Pe/Adnkronos)