GIUSTIZIA: NAPOLI, ASSOLTO VICEQUESTORE ACCUSATO DA PENTITI
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


GIUSTIZIA: NAPOLI, ASSOLTO VICEQUESTORE ACCUSATO DA PENTITI
CADUTO REATO DI FALSO IN ATTO PUBBLICO

Napoli, 27 nov. - (Adnkronos) - I giudici della prima sezione della Corte di Appello di Napoli hanno assolto il vicequestore primo dirigente Paolo Manzi. Il funzionario di polizia era accusato per falso in atto pubblico. I giudici lo hanno assolto perche' ''il fatto non sussiste''.

La vicenda in cui rimase coinvolto il dr. Paolo Manzi, difeso dall'avv. Antonio Abet, risale al 1994, quando alcuni pentiti della camorra napoletana lo tirarono in ballo con altri funzionari che avevano prestato servizio nella questura di Napoli agli inizi degli anni '90. Manzi fu' arrestato il 16 aprile '94 mentre era dirigente del commissarioato di Portici-Ercolano. Rimase rinchiuso nel carcere militare di Santa maria Capua Vetere (Caserta) 47 giorni. (segue)

(Iam/Pn/Adnkronos)