NUCLEARE: CONFCOMMERCIO SODDISFATTA PER DECISIONE CDM
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


NUCLEARE: CONFCOMMERCIO SODDISFATTA PER DECISIONE CDM
SI RISCHIAVA DI DANNEGGIARE L'ECONOMIA DELLA BASILICATA

Roma, 27 nov. - (Adnkronos) - La Confcommercio condivide la decisione presa oggi dal Consiglio dei Ministri che ha approvato l'emendamento al decreto sulle scorie nucleari togliendo il nome di Scanzano Jonico dal provvedimento. Secondo Confcommercio ''il provvedimento adottato in primo momento dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri -si legge in una nota- avrebbe danneggiato in modo irreparabile tutta l'economia della Basilicata, una regione che conta oltre 56 mila imprese di cui oltre il 40% opera nel settore del terziario (13.300 nel commercio, 6.584 nei servizi 2.100 alberghi e pubblici esercizi) dando lavoro a oltre 104 mila persone, anche se rimane alto il tasso di disoccupazione se si confronta con il dato nazionale: 16% contro il 9%''.

Confcommercio, conclude la nota, ''auspica che l'identificazione del nuovo sito unico nazionale, che dovra' essere decisa entro 18 mesi, venga effettuata dopo un confronto con tutte le forze economiche e sociali del luogo prescelto''.

(Eca/Pn/Adnkronos)