NUCLEARE: SAN GIOVANNI IN FIORE, NO AL SITO IN VALLE DEL NETO
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


NUCLEARE: SAN GIOVANNI IN FIORE, NO AL SITO IN VALLE DEL NETO

Lamezia Terme, 26 nov. - (Adnkronos) - ''La notizia che un sito, ubicato nella Valle del Neto, era candidato ad ospitare le scorie nucleari ha creato un diffuso stao d'allarme''. Lo scrive il sindaco di San Giovanni in Fiore Riccardo Succurro al presidente della Provincia di Crotone Carmine Talarico. ''L'alto Neto fa parte del Parco Nazionale della Sila. La bassa valle del Neto e' di grande interesse - continua nella sua missiva Succurro - naturalistico e con la riseva marina di Isola Capo Rizzato costituiscono un unicum (mare, fiumi e monti) di straordinaria rilevanza''. Succurro continua ricordando che ''la scelta che abbiamo compiuto di inserire gran parte del nostro territorio nel Parco Nazionale della Sila non e' per una mera scelta di conservazione dell'ambiente, ma perche' una politica di tutela ambientale puo' diventare un'opportunita' di sviluppo sostenibile di un'area con grandi risorse paesaggistiche''.

Succurro ribadisce che ''la scelta ambientale del Parco verrebbe gravemente compromessa da un'eventuale localizzazione di un dito destinato a raccogliere le scorie nucleari. La valle del Neto fra l'altro e' uno dei - continua Succurro - distretti agro-alimentari piu' importanti dell'intera regione, attiguo al parco archeologico. L'eventuale sito destinato alle scorie rischierebbe di vanificare turismo ed industri agro-alimentare''. Per Succurro ''dopo il danno ecco la beffa, non solo sono scomparse le industrie ma dovremmo anche accogliere i rifiuti: Resto disponibile - scrive infine Succurro - per un'eventuale mobilitazione per affermare il diritto della nostra terra ad uno sviluppo eco-compatibile''.

(Prs/Zn/Adnkronos)