PAPA: PARVANOV, GRAZIE PER AVER NEGATO PISTA BULGARA (2)
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


PAPA: PARVANOV, GRAZIE PER AVER NEGATO PISTA BULGARA (2)
HA LETTO INTERAMENTE IL DISCORSO, APPARSO IN BUONA FORMA

(Adnkronos) - Al momento dello scambio dei discorsi il Papa ha letto interamente il proprio, in italiano, scandendo le parole con chairezza. E ha ricordato ''l'indimenticabile visita che la Provvidenza mi ha concesso di compiere nel maggio dello scorso anno a Sofia, a san Giovanni di Rila e a Plovdiv''. Ha rievocato ''i volti delle innumerevoli persone'' che hanno manifestato ''la loro vibrante gioia spirituale. Ho potuto percepire -ha detto- il fermo proposito di edificare il Paese con ritrovata serenita' e fiducia nell'avvenire, all'interno della grande casa europea''. Si e' detto anche convinto ''della determinazione di tutti a proseguire con coraggio nell'edificazione pacifica dell'intera societa', senza timore di affrontare le sfide che di giorno in giorno si presentano''.

Giovanni Paolo II ha poi ricordato il patriarca ortodosso Maxim, che durante il viaggio l'ha accolto ''con fraterna attenzione'' in una ''ulteriore tappa di una progressiva crescita nella comunione ecclesiale''. ''L'Europa -ha detto- attenda il comune impegno di cattolici e ortodossi in difesa dei diritti dell'uomo e della cultura della vita''.

Al termine del discorso del Papa, ha preso la parola il presidente Parvanov. ''Grazie per avere eliminato con le sue parole la cosiddetta 'pista' bulgara, che ha portato cosi' tanto male al nostro Paese'' ha detto il capo dello Stato, prima di salutare a lungo il pontefice.

(Mbr/Zn/Adnkronos)