Salute: il caso, maxipalla di fibre e verdure nello stomaco 'curata' con dosi di cola
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


Salute: il caso, maxipalla di fibre e verdure nello stomaco 'curata' con dosi di cola
La vicenda di una donna di 64 anni presentata al DDW di Chicago

Chicago, 10 mag. (Adnkronos Salute) - Una massa intricata e compatta di fibre, farmaci e vegetali semidigeriti le ostruiva lo stomaco, impedendo l'assorbimento dei cibi e causando nausea, dolore e perdita di peso. La storia di una donna di 64 anni, afflitta da un maxi-bezoario (questo il nome della 'palla', simile a quella fatta di pelo e saliva che a volte rigurgitano i gatti), stata illustrata da un ricercatore americano alla Disease Digestive Week in corso a Chicago.

Si tratta di un problema insolito, ma ben descritto in medicina, che il dottor Murthy Muthuswamy ha trattato in modo innovativo ed economico: con una serie di 'lavaggi' a base di cola. La paziente, ricorda il medico, si presentata al centro di medicina interna dell'University Medical Center di Lafayette (Usa) riferendo di aver vissuto 3 mesi di perdita di peso continuo, nausea, dolore epigastrico. Inoltre, sentiva di avere lo stomaco pieno dopo aver ingurgitato solo pochi bocconi di cibo. La paziente, molto magra, stata sottoposta a visite ed esami, scoprendo in questo modo la 'palla' (un fitobezoario) che occupava il 70% del suo stomaco.

Solitamente questi ammassi di fibre e vegetali vengono sottoposti a rimozione chirurgica o frammentazione endoscopica. Il medico, dopo un primo tentativo a vuoto, invece ha pensato di ricorrere a un sistema meno invasivo, anche a causa del basso peso della paziente. La donna stata invitata a consumare 3 litri di cola nel corso di 12 ore, seguite da 3 lattine da 355 ml al giorno per 3 giorni. Al quarto giorno un esame ha rivelato la quasi totale dissoluzione dell'agglomerato. Dunque secondo il medico la cola, grazie alla sua composizione, costituisce un'opzione utile ed economica per risolvere il problema.

(Mal/Adnkronos Salute)